Gioielleria Padiglioni
Rimini, Lunedi 18 Dicembre 2017
ATTENZIONE! La tua versione di Microsoft Internet Explorer è obsoleta e potrebbe compromettere la tua corretta navigazione. Aggiornala adesso!

Gioielleria Padiglioni Augura a tutti Buon Natale e Felice Anno Nuovo !
Dal 17 al 24 Dicembre Siamo Aperti Tutti i Giorni

  • Menu

Home Guida Le 4C Il Taglio Glossario

Il Taglio del Diamante

Taglio brillante rotondo:

È il taglio di gran lunga più comune e presenta la migliore disposizione delle faccette tale da conferire la massima brillantezza. Il brillante è costituito da 57 faccette.

Taglio a goccia:

Per quanto riguarda la finitura e la commerciabilità, il taglio a goccia occupa il secondo posto dopo il taglio brillante rotondo. Si tratta di una forma intermedia tra il brillante e la navette. Dal punto di vista estetico, è un taglio molto affascinante poiché ha la forma di una goccia d’acqua. La parte rotonda brilla di più, mentre la riflessione della luce sulla punta avviene con difficoltà a causa degli angoli delle faccette inferiori che non superano i 40 gradi.

Taglio navette o marquise:

Questo taglio deve il suo nome alla Marchesa di Pompadour. Una leggenda racconta che il Re Sole avrebbe voluto avere una pietra levigata secondo la forma della bocca della Marchesa di Pompadour. Poiché la forma allungata termina con una punta su entrambe le estremità, con questo taglio si avrà una zona centrale molto luminosa ma una diminuzione dello scintillio sulle punte. Questo taglio è identico al taglio brillante per quanto riguarda il numero di faccette ma è più difficile da realizzare. La realizzazione delle faccette richiede una notevole esperienza; inoltre, la fragilità delle punte richiede di lavorare con la massima cautela.

Taglio a smeraldo od ottagonale:

Questo taglio è di solito rettangolare ma esistono anche tagli quadrati meno recenti. Si tratta di un diamante tagliato a gradini, ossia è una pietra che possiede più successioni di faccette, normalmente da 48 a 50, che somigliano a una scala e normalmente sono disposte su quattro lati o hanno forma allungata. Le dimensioni tipiche di un taglio a smeraldo rettangolare da un carato dovrebbero essere 7 x 5 mm.

Taglio ovale:

Il nome tecnico è “taglio brillante modificato ovale” poiché si basa sulla forma e le modifiche apportate al tradizionale taglio brillante rotondo. Il taglio ovale è stato inventato da Lazare Kaplan nel 1960. I brillanti ovali sono costituiti di solito da 56 faccette.

Taglio princess:

È un taglio la cui forma ricorda lo stile brillante, con spigoli acuti non tagliati. Viene tagliato in modo tale da assumere una forma perfettamente quadrata piuttosto che rettangolare. Lo stile brillante si riferisce alla corona con direzione verticale e alle faccette del padiglione che sono larghe sul castone e strette verso la cintura, l’opposto della disposizione delle faccette del padiglione su una pietra tagliata a radiante con gli angoli incurvati. Il taglio principessa ha di solito 76 faccette e possiede una brillantezza superiore rispetto al taglio brillante rotondo.

Taglio radiante:

Questo taglio è un’altra variante del taglio rettangolare. Costituisce la base per tutta una serie di tagli che derivano da questo (come il taglio princess).

Taglio a cuore:

Il nome tecnico è “taglio brillante modificato a forma di cuore” poiché si basa sulla forma e le modifiche apportate al tradizionale taglio brillante rotondo. I brillanti tagliati a cuore sono normalmente costituiti da 59 faccette.


Home Guida Le 4C Il Taglio Glossario


©2017 Gioielleria Padiglioni - P.Iva IT01683520405 - Rimini - Italy - Mappa Sito - Webmaster - Note Legali